Il ragazzo giusto

Regia di Mira Nair
UK, India, 2020
Disponibile su Netflix!

(Adatto agli studenti degli istituti superiori)

Prima della visione

  • Cosa sai dell’India e delle sue tradizioni? Quante sono le religioni presenti? Cosa ricordi della religione induista? Prova a scrivere su un foglio quello che ti ricordi, anche in base agli incontri che avete fatto in classe con il Centro Astalli.
  • Ambientato nella città di Brahmpur, capitale del Purva Pradesh (città e stato di fantasia), Il ragazzo giusto narra le fortune e le prove di quattro famiglie d’élite: i Mehra, i Kapoor, i Chatterji e i Khan (l’ultima è l’unica famiglia musulmana del gruppo). Nel film si fa riferimento infatti a due religioni in particolare: l’Induismo e l’Islam e ai loro rapporti nell’India degli anni ’50.Fai una ricerca su questo.
  • Tanti sono i riferimenti a templi, tradizioni, festività, divinità; scegli una parola e fai una ricerca per discuterne in classe con il testimone: Sari, Gange, tempio, moschea, lingua Urdu, reincarnazione, cremazione… Proponi anche altre parole!
  • Confronta i risultati della tua attività individuale con ciò che hanno scritto i tuoi compagni e discutine in classe insieme al tuo insegnante.

La trama

Scritta da Andrew Davies e diretta da Mira Nair, Il ragazzo giusto è una miniserie televisiva britannica divisa in sei episodi e basata sul romanzo di Vikram Seth A Suitable Boy. Ambientata nel nord dell’India, dopo il matrimonio combinato della sorella Savita, Lata Mehra, una giovane studentessa universitaria di Brahmpur, inizia a subire le pressioni della madre che vorrebbe vederla sistemata, scegliendo per lei il ragazzo giusto da sposare. La ragazza, però, non ne vuole sapere di sottostare a una tradizione per lei così antiquata. La serie, con un tuffo nell’India post-coloniale, un periodo di grande rinnovamento per il Paese, vuole mostrare uno spaccato della realtà indiana del 1951 mentre segue le vicissitudini dei suoi protagonisti, tra drammi familiari, questioni amorose e tensioni sociali.

Dopo il film

Un fotogramma da internet

Con l’aiuto di un motore di ricerca scegli un’immagine tratta dal film, stampala e preparati ad illustrarla ai tuoi compagni utilizzando queste indicazioni:

  • Chi sono i personaggi ritratti? Cosa stanno facendo?
  • Quali sono i loro stati d’animo?
  • Ti sembra che l’immagine che hai scelto sia rappresentativa del film, dei suoi contenuti e del messaggio che la regista ha voluto trasmettere?
  • ●      Sono presenti degli oggetti o altri elementi che secondo te potrebbero avere un valore simbolico (paesaggio, luci, colori…)?

Spunti per la discussione

  • La protagonista è la diciannovenne Lata Mehra, una studentessa di talento presso l’Università di Brahmpur. Nella serie, Lata deve decidere se è disposta a sposare il giovane musulmano Kabir Durrani che ama, e quindi sfidare la sua severa e ricca madre indù, la signora Rupa Mehra. Mentre i matrimoni combinati sono stati la norma in tutta l’India per numerose generazioni, nella società più laica e tollerante guidata da Jawaharlal Nehru, il primo Primo Ministro dell’India, Lata sta iniziando a sentire che può scegliere per sé chi deve essere suo marito. Cosa sai sui matrimoni combinati nell’induismo? Fai una ricerca su questo.
  • “Quando l’India divenne indipendente nel 1947 fu divisa in due… il paese era libero ma le persone e i popoli furono divisi per sempre”. Il contesto presentato, è un momento estremamente delicato per l’India: nel 1951, infatti, la nazione si prepara alle sue prime elezioni democratiche, pochi anni dopo aver conquistato la sua indipendenza dal dominio britannico. Tra conservatori ancorati alle tradizioni e le proposte innovative volte a nuove riforme, si provocano enormi fratture tra le famiglie tradizionaliste e i giovani come Lata e Maan che vorrebbero poter scegliere liberamente la propria strada. A cosa fa riferimento la frase iniziale del film? Di quale divisione parla? Approfondisci insieme al tuo insegnante.
  • In una società apparentemente ordinata e tollerante, le tensioni sociali sono all’ordine del giorno, anche per questioni religiose e a causa della divisione in caste. Discuti di questo con i tuoi compagni, il tuo insegnante e il testimone, facendo un excursus storico.
  • Il film inizia con il matrimonio di Savita, la sorella di Lata. Durante la cerimonia, gli sposi si scambiano ghirlande e petali di fiori, yogurt e miele, noci di cocco e burro chiarificato. Tra sari coloratissimi, vediamo Lata legare quello degli sposi, rigorosamente rosso, colore riservato al matrimonio (nella maggior parte delle zone dell’India, ma si può trovare anche verde o bianco). Qual è il significato di questo “nodo”? In quali religioni è indossato il sari, abito tradizionale femminile indiano?
  • La serie parla anche della riforma della proprietà terriera e l’impegno da parte del ministro delle finanze Maesh Kapoor, di curare ferite provocate anche da discordie religiose. Viene proposta la legge anti zamindari con lo scopo di correggere secoli di ingiustizie, che permetterà ai contadini di trarre profitto dalla terra su cui hanno lavorato duramente. Fai una ricerca su questo.
  • Nella prima puntata, si fa riferimento alla costruzione di un tempio accanto alla moschea con il solo scopo di costringere i musulmani ad inchinarsi a Shiva quando si rivolgono verso la Mecca per pregare. Le proteste da parte dei musulmani che vogliono un luogo dove pregare in pace, sfociano nella perdita di alcune vite e numerose sono le scene relative alle diatribe tra induisti e musulmani. Da dove ha origine questa difficoltà di “coabitazione interreligiosa”? Qual è la situazione attuale?
  • Dal minuto 49’.00’’ della prima puntata, Malati, amica fidata di Lata, le rivela il cognome di Kabir, (il ragazzo di cui è innamorata): Durrani, perciò musulmano. Le dirà: “Non hai alcuna speranza, la tua famiglia si opporrà totalmente, e inoltre “ è pericoloso”. Lata risponderà: “E’ proprio un mondo stupido quello in cui viviamo”. Vedremo come questo elemento influenzerà le scelte di Lata. Perché questa difficoltà?
  • In alcune scene ci sono strumenti musicali come il Sitar. Fai un approfondimento sugli strumenti musicali indiani, aiutandoti anche con il Focus Religioni in Musica.
  • Durante la serie, si vede spesso il fiume Gange. Cosa rappresenta per l’Induismo?
  • Si parla della lingua Urdu, e come dirà Sahida “la lingua dei nostri illustri poeti”. Cosa ne sai? Fai una piccola ricerca.
  • Nella quinta puntata, dal minuto 19’.30” si vede Haresh intento nei preparativi della cena per la festività di Natale, in cui ospiterà Lata e la sua famiglia. Per quale motivo si festeggia il Natale? Qual è la percentuale di cristiani in India e in che modo viene percepito e festeggiato dai non cristiani? C’è una legge sulla libertà religiosa?
  • Alla fine della quinta puntata al minuto 53’.00’’, dopo che Firoz scopre di essere il figlio di Sahida, vediamo quest’ultima compiere l’ultima preghiera rituale. Che cosa fa alla fine? Perchè si gira verso la spalla destra e la spalla sinistra?
  • Maan è in prigione, per aver accoltellato Firoz, il suo migliore amico, dopo un momento di grande rabbia e depressione. Nella sesta puntata, dal 16’.00’’ vediamo Arun, con la testa rasata, comunicare a Maan la brutta notizia della morte della loro madre. Perchè si è rasato i capelli? Qual è il significato di questa pratica? Approfondisci insieme ai tuoi compagni.
  • La madre viene cremata con una cerimonia funebre; notiamo anche un particolare: le narici chiuse con batuffoli di cotone. Qual è il significato? Perchè nell’induismo è prevista la cremazione?
  • Dopo aver visto la serie, prova ad immedesimarti in un personaggio che ti ha colpito particolarmente. Come avresti reagito in alcune situazioni?
  • Commenta l’ultima parte del film: ti è piaciuta la conclusione? O ne avresti preferito una differente?

Scarica la scheda del focus: Il ragazzo giusto

8 Settembre 2021