JRS Europa: 5 priorità per una risposta dell’UE alla situazione in Afghanistan

Il JRS Europe e altre organizzazioni europee che si occupano di migrazione insieme ad alcune organizzazioni della diaspora afgana in Europa hanno espresso la loro preoccupazione per la situazione in Afghanistan e per la sicurezza della popolazione.

In un documento condiviso le organizzazioni sottolineano che: “è fondamentale che gli sfollati afgani in arrivo in Europa abbiano accesso rapido a una procedura di asilo equa, in linea con gli obblighi degli Stati europei ai sensi del diritto dell’UE e del diritto internazionale”.

Sono 5 i punti che secondo le organizzazioni necessitano di risposte urgenti da parte dell’UE e dei paesi europei:

  • Evacuazione, reinsediamento e altri percorsi sicuri per la protezione degli afgani
  • Assistenza umanitaria
  • Ristabilire la sicurezza
  • Accesso all’asilo in Europa
  • Sospendere i rimpatri in Afghanistan

Preoccupa la situazione delle donne e delle ragazze, oltre a quella delle minoranze che corrono un ulteriore e immediato rischio di persecuzione.

In linea con gli appelli delle organizzazioni internazionali e degli attori umanitari nella regione, è necessario rafforzare e se possibile aumentare l’assistenza umanitaria. Occorre uno sforzo congiunto per stabilizzare la situazione, favorire la sicurezza degli afgani e i negoziati di pace internazionali.

Chiudere le frontiere e impedire con la forza il movimento degli sfollati compromette il sistema di protezione globale e contribuisce direttamente ad arrecare gravi danni alle persone in cerca di protezione.

Leggi il documento

26 Agosto 2021