Con i rifugiati ai crocevia della Storia

Si è svolto, presso la Pontificia Università Gregoriana, il colloquio sulle migrazioni “Con i rifugiati ai crocevia della Storia”, organizzato dal Centro Astalli in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato 2022.

Dopo i saluti di P. Camillo Ripamonti, presidente Centro Astalli, la politologa Nadia Urbinati e S.E. Mons. Paul Richard Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato della Santa Sede, moderati dal direttore di Avvenire Marco Tarquinio, hanno dialogato sull’urgenza di promuovere una nuova idea di pace e cittadinanza in Europa.

L’incontro è stato introdotto dalle testimonianze di quattro rifugiati, Darya della Bielorussia, Moussa del Mali, Amjed dell’Iraq e Cedric della Repubblica Democratica del Congo, che sono state raccolte in un video realizzato da Artigiani Digitali.

Segui la diretta dell’evento

I contenuti dell’evento

Brochure “Con i rifugiati ai crocevia della Storia”

– Il nuovo numero di Servir giugno 2022

Il video “Con i rifugiati ai crocevia della Storia”

La nota alla stampa

L’intervento di P. Camillo Ripamonti, presidente Centro Astalli

Tra gli eventi in programma per la Giornata Mondiale del Rifugiato ricordiamo, inoltre:

·       mercoledì 22 giugno – ore 19.00: nel Centro d’accoglienza San Saba, Piazza Bernini 22, Roma – “La festa dell’accoglienza”, il Centro Astalli invita a una serata di convivialità e musica con i rifugiati. Interviene P. Arturo Sosa, Preposito Generale dei gesuiti, che incontrerà operatori, rifugiati, volontari e amici in una serata di scambio e conoscenza reciproca.

·       giovedì 23 giugno – ore 18.00: il Centro Astalli è tra i promotori della Preghiera ecumenica “Morire di speranza” in memoria di quanti perdono la vita nei viaggi verso l’Europa che si terrà presso la Chiesa di Santa Maria in Trastevere. Presiede il Card. Michael Czerny S.I., Prefetto del Dicastero per il Servizio dello Sviluppo Umano Integrale

·       In occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato 2022 il Centro Astalli lancia la campagna social #laStoriasiamonoi. Per partecipare basta pubblicare entro il 20 giugno su Facebook, Instagram o Twitter una foto con una parola o un messaggio di pace scritto su un foglio, usando gli hashtag #LaStoriasiamonoi #conirifugiati e taggando il @CentroAstalli.

Tutte le parole e i messaggi condivisi si andranno a unire alle parole e ai messaggi degli studenti rifugiati della Scuola di italiano del Centro Astalli e andranno a comporre una lettera che verrà resa pubblica e sarà consegnata al Presidente della Repubblica.

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Buy now