A Roma la mostra di Pietro Palù: “Il mare unisce la terra non divida”

A Roma la mostra dell’artista Pietro Palù “Il mare unisce la terra non divida” dal 12 al 22 giugno 2014 nella Chiesa Sant’Andrea al Quirinale – via del Quirinale 29. (ingresso libero)

Pietro Palummieri, in arte Palù, pittore e scultore pugliese. Da anni racconta attraverso la sua produzione artistica di paesaggi, forme e colori legati al Salento, la sua terra, e il suo mare.

Da sempre attento e sensibile ai temi del sociale, è rimasto molto colpito dai tragici naufragi nel Mediterraneo, in cui hanno perso la vita centinaia di uomini, donne e bambini in fuga da guerre e persecuzioni. Per questo ha voluto realizzare una scultura in cui il mare diventa simbolo di speranza e salvezza e donarla al Centro Astalli – Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati.

La scultura, insieme ad altre opere, verrà esposta in una mostra personale dal titolo fortemente evocativo “Il mare unisce la terra non divida” che sarà visitabile dal 12 al 22 giugno 2014 nella Chiesa di Sant’Andrea al Quirinale, via del Quirinale 29 a Roma (ingresso gratuito).

La mostra sarà caratterizzata da una forte “inclinazione sociale”, sono previste infatti una serie di visite in programma tra cui segnaliamo tre di particolare interesse:

– il 15 giugno alle 19.30 nell’ambito di un concerto a cura del gruppo polifonico Chors Armonica, verrà consegnata a P. Giovanni La Manna (presidente Centro Astalli), la scultura dedicata ai rifugiati

– il 16 giugno alle 16 si terrà la visita di un gruppo di persone sordo cieche dell’IPAB Sant’Alessio che con la guida in lis tattile e molossi potranno visitare la mostra, conoscere l’artista e toccarne le sculture esposte.

– il 17 giugno alle 10.00: visita guidata e un incontro con l’artista con un gruppo di donne rifugiate ospiti del Centro Pedro Arrupe, comunità di famiglie rifugiate del Centro Astalli, coinvolte in un percorso di arte terapia.

– Il 19 giugno alle ore 19.00 La Commissione nazionale per il diritto d’asilo – Ministero dell’Interno invita al concerto del gruppo musicale Luz y norte musical t per le vittime del Meditarreneo. Letture di Massimo Wertmuller.

La città di Roma si accinge ad ospitare una mostra fruibile da tutti ma con una particolare attenzione a quelle persone per cui un atto semplice come una visita culturale è tutt’altro che scontato.

Parte del ricavato della mostra verrà devoluto dall’artista alle attività e ai servizi del Centro Astalli.

info: www.pietropalù.com

Condividi su:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Buy now