Morire di speranza: veglia ecumenica in memoria dei migranti vittime dei viaggi verso l’Europa

Secondo le Nazioni Unite sono più di 80 milioni le persone nel mondo che nel 2020 sono state costrette a fuggire dai propri paesi a causa di conflitti e violenze. Un numero mai registrato prima e che è in continua crescita dal 2010.

Nel 2020, sono arrivate in Europa via mare e via terra 95mila persone e almeno 1.773 migranti sono morti lungo le rotte interne dell’Europa e durante i viaggi verso l’Europa. Tra queste oltre 1.400 sono le persone morte o disperse nel Mar Mediterraneo e circa 593 sono morti durante i viaggi verso le Isole Canarie, in Spagna, più del doppio rispetto all’anno precedente.

In memoria dei migranti che hanno perso la vita nei viaggi verso l’Europa, martedì 15 giugno alle ore 18:30 si terrà la preghiera ecumenica Morire di Speranza, presieduta da S. Em. Cardinal Pietro Parolin, Segretario di Stato della Santa Sede, presso la Chiesa di Santa Maria in Trastevere a Roma, anche in streaming su www.santegidio.org, promossa da diverse organizzazioni cristiane tra cui il Centro Astalli

14 Giugno 2021