Oh my God!

Regia di Umesh Shukla
India, 2012

Disponibile su Netflix e in dvd

Prima della visione

  • Cosa sai dell’induismo e delle sue tradizioni? Prova a scrivere su un foglio quello che ti ricordi, anche in base agli incontri che avete fatto in classe con il Centro Astalli.
  • Nel film si fa riferimento ai testi sacri di diverse religioni. Per l’Induismo si cita più volte la Bhagavadgīta. Fai una breve ricerca sul testo, la sua struttura e contenuti.
  • Uno dei personaggi principali del film è Krishna. Di chi si tratta? Fai una piccola ricerca a riguardo.
  • Tanti sono i riferimenti a templi, tradizioni, festività, divinità; scegli una parola e fai una ricerca per discuterne in classe con il testimone: Puja, Prasad, Gange, Mese di shavran-il mese sacro, Ganesha, Janmastami, Linga, Moksa, Avatara,Visnuismo.
  • Confronta i risultati della tua attività individuale con ciò che hanno scritto i tuoi compagni e discutine in classe insieme al tuo insegnante.

La trama

Kanji Lalji Mehta è un ateo indù che commercia oggetti d’antiquariato e statuette induiste nel suo negozio a Mumbai. Si prende continuamente gioco delle attività religiose, finché un giorno un terremoto si abbatte sulla città, distruggendo solo il suo negozio. La sua irriverenza gli è valsa la punizione di Dio, affermano amici e parenti. Persino la compagnia assicurativa chiama in causa la religione e si rifiuta di risarcire i danni, appellandosi alla clausola che classifica i disastri naturali come attivi divini e li esclude dal dovuto rimborso. Il commerciante decide allora di portare in tribunale lo stesso Dio, notificando la denuncia ai suoi apparenti intermediari: tre famosi monaci. Una satira ricca di spunti che offre uno spaccato sull’induismo e affronta il tema delle mercificazione religiosa e dell’autenticità spirituale, con alcuni riferimenti al rapporto con le altre religioni. Guarda il Trailer!

⇒ Dopo il film

Un fotogramma da internet

Con l’aiuto di un motore di ricerca scegli un’immagine tratta dal film, stampala e preparati ad illustrarla ai tuoi compagni utilizzando queste indicazioni:

  • Chi sono i personaggi ritratti? Cosa stanno facendo?
  • Quali sono i loro stati d’animo?
  • Ti sembra che l’immagine che hai scelto sia rappresentativa del film, dei suoi contenuti e del messaggio che il regista ha voluto trasmettere?
  • Sono presenti degli oggetti o altri elementi che secondo te potrebbero avere un valore simbolico (paesaggio, luci, colori…)?

Spunti per la discussione

  • Il film fa emergere la questione della mercificazione della religione e dell’utilizzo della fede per scopi personali. Quali sono le scene particolarmente significative a questo proposito? Conosci degli esempi simili a quelli mostrati dalla pellicola?
  • Nel corso del film la divinità viene chiamata con molti nomi diversi. Quali sono? Individuali e spiegane il motivo. 
  • Nel film emerge l’unicità di Dio per tutte le religioni con continui cenni anche ad Allah, a Gesù e quindi alle relative religioni Islam e Cristianesimo nonché ai loro testi. Fai una riflessione sul Dialogo Interreligioso e sull’inclusività della religione induista. 
  • Continuamente si fa riferimento ai tanti Avatara presenti nella religione hindù e a come lo stesso Krishna sia una delle tante manifestazioni di Visnu. Rifletti sulla religione induista, sul credere in un solo Dio per mezzo delle tante divinità in quanto manifestazioni.
  • In una scena del film, Krishna afferma che Kanji è un vero ateo e in quanto tale può diventare un vero credente. Per quali ragioni? Individua la scena e commentala.
  • Commenta l’ultima parte del film: ti è piaciuta la conclusione? O ne avresti preferito una differente? 

Scarica il materiale del focus: Oh my God!

Buy now