Train de vie

Regia di Radu Mihaileanu
Francia, Belgio, Romania, Israele, Paesi Bassi, 1998

Disponibile in dvd

Prima della visione

  • Cosa sai della religione ebraica e delle sue tradizioni? Prova a scrivere su un foglio quello che ricordi, anche in base agli incontri che avete fatto in classe con i testimoni del Centro Astalli.
  • Il film è ambientato all’epoca della persecuzione nazista, durante la seconda Guerra Mondiale. Cosa sai su questo argomento? Quali categorie di persone sono state oggetto di questa persecuzione? Cerca di documentarti attraverso i tuoi libri di testo e eventualmente una breve ricerca su internet.
  • Confronta i risultati della tua attività individuale con ciò che hanno scritto i tuoi compagni e discutine in classe insieme al tuo insegnante.

La trama

Il film inizia in uno shtetl, un piccolo villaggio ebraico nell’Europa dell’Est progressivamente invasa dai nazisti, i quali stanno ormai per sopraggiungere. Che fare? Il matto del villaggio ha un’idea: raccogliere il denaro sufficiente per attrezzare un treno, travestirsi in parte da nazisti e in parte da deportati e tentare così di passare il confine sovietico.
L’impresa ha inizio tra consensi e dissensi (nasce persino un’agguerrita cellula comunista). Si beffano i nazisti, si disorientano i partigiani, ci si incontra (sul piano umano) e ci si scontra (su quello musicale) con gli zingari. La conclusione della bizzarra corsa, tra un colpo di scena e l’altro, è decisamente inaspettata.

⇒ Dopo il film

Un fotogramma da internet

Con l’aiuto di un motore di ricerca scegli un’immagine tratta dal film, stampala e preparati ad illustrarla ai tuoi compagni utilizzando queste indicazioni:

  • Chi sono i personaggi ritratti? Cosa stanno facendo?
  • Quali sono i loro stati d’animo?
  • Ti sembra che l’immagine che hai scelto sia rappresentativa del film, dei suoi contenuti e del messaggio che il regista ha voluto trasmettere?
  • Sono presenti degli oggetti o altri elementi che secondo te potrebbero avere un valore simbolico (paesaggio, luci, colori…)?

Spunti per la discussione

  • Descrivi lo “shtetl”, il villaggio ebraico in cui inizia il film: come appare esternamente, come vivono le persone che lo compongono, che tipo di rapporto c’è fra gli abitanti?
  • Shlomo, “il matto”: come appare esteriormente, qual è il rapporto con gli altri abitanti del villaggio, la sua personalità?
  • Descrivi le dinamiche dei partecipanti all’avventura del “falso treno” di deportati, con particolare riferimento ai litigi che nascono fra i “finti tedeschi” e i “finti prigionieri”.
  • Commenta l’ultima parte del film: ti sarebbe piaciuto vedere una conclusione diversa? Quale?

Scarica il materiale del focus: Train de vie

22 Maggio 2015