Il SaMiFo (Salute Migranti Forzati) è una Struttura Sanitaria a valenza Regionale per l’assistenza e la cura di richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale. Nato nel 2006 con un protocollo d’intesa tra la ASL Roma 1 e il Centro Astalli, ha sede nel poliambulatorio di via Luzzatti, vicino a Piazza Vittorio e alla Stazione Termini, luoghi storicamente molto frequentati dai migranti presenti in città. Rappresenta pertanto una realtà consolidata di collaborazione tra medici e operatori sanitari del servizio pubblico e operatori e mediatori del privato sociale specializzati nell’ascolto e nell’accoglienza dei migranti, oltre che un servizio a cui accedere facilmente e un presidio a garanzia del diritto alla salute.

Le linee di attività sono molteplici: l’orientamento socio-sanitario, gli ambulatori di Medicina Generale, Psicologia, Psichiatria, Medicina Legale, Ginecologia e Ostetricia, Ortopedia.  Le persone che si rivolgono al SaMiFo infatti presentano spesso problematiche complesse: patologie fisiche, sofferenze psichiche legate alle esperienze traumatiche passate, al viaggio e e alla precarietà delle condizioni di vita in Italia.

Il Centro Astalli, nell’ambito delle sue attività di promozione del diritto alla salute dei migranti forzati, è membro del Tavolo Immigrazione e Salute, una realtà di coordinamento nazionale dei principali enti di tutela con cui svolge attività di advocacy e interlocuzione con le istituzioni nazionali e del territorio.

Dati statistici

La pandemia non ha cancellato le drammatiche storie dei migranti seguiti al SaMiFo e il loro faticoso percorso verso il riconoscimento di diritti e dignità.

Leggi di più

Dove siamo

Via L. Luzzatti 8 – 00185 Roma

Leggi di più

Testimonianze

Prendersi cura tra ascolto e comunità. Il diritto alla salute per i rifugiati.

Leggi di più