CENTRO PEDRO ARRUPE

Centro per famiglie e minori

Il Centro Pedro Arrupe, è dedicato al fondatore del Servizio dei Gesuiti per i Rifugiati e sorge all’interno di una struttura, offerta in comodato d’uso gratuito dalle Ferrovie dello Stato. È articolato in diverse realtà, tutte orientate all’accoglienza e all’accompagnamento di famiglie e minori in difficoltà.

Al suo interno si trovano: la Comunità per famiglie rifugiateLa Casa di Marco, una casa famiglia per minori italiani e stranieri non accompagnati; La Casa di Maria Teresa, per mamme sole con bambini, in condizioni di particolare vulnerabilità. A pochi metri di distanza si trova, infine, l’Aver Drom, una struttura di semi-autonomia per l’accoglienza di minori stranieri e neomaggiorenni. Ciascuna struttura ha la sua équipe di operatori e lavora con specifiche convenzioni con Roma Capitale.

Operatori e volontari si adoperano ogni giorno per fare del centro una realtà dinamica ed inclusiva, consolidando rapporti di collaborazione con le altre realtà del territorio. Gruppi scout, scuole e parrocchie della zona, sono parte integrante della vita del Pedro Arrupe. Fattiva è, inoltre, la collaborazione con i servizi del Municipio III per realizzare percorsi di inclusione sociale.

Appuntamento irrinunciabile è la festa di settembre, in cui i migranti preparano cibi della loro tradizione e organizzano esibizioni musicali per accogliere i loro vicini in un pomeriggio di festa.

coordinamento: 1
volontari: 8

Comunità di famiglie rifugiate

Dal 2001 il Centro Pedro Arrupe ospita nuclei familiari costretti a fuggire dal proprio Paese di origine a causa di guerre e persecuzioni.

La Casa di Marco

La Casa di Marco è una casa famiglia per minori orientata principalmente all’accoglienza di minori stranieri non accompagnati.

La Casa di Maria Teresa

La Casa di Maria Teresa nasce nel 2009, all’interno del Centro Arrupe, per accogliere e aiutare donne sole con bambini, in situazione di disagio.