Casa famiglia per minori

La Casa di Marco, attiva dal 2005, è una struttura che accoglie minori stranieri non accompagnati, fuggiti dai pericoli della guerra (come nel caso degli ospiti afgani o curdo-turchi) o costretti a partire da Paesi come l’Egitto, il Marocco, la Tunisia per raggiungere l’Europa e sostenere economicamente l’intera famiglia.

L’équipe, formata da educatori e psicologi, elabora per ciascun ragazzo un progetto educativo che lo accompagni fino al raggiungimento della maggiore età e alla conseguente uscita dalla struttura in autonomia. Si tiene conto di inclinazioni e aspirazioni, dell’età e delle motivazioni dei minori che arrivano in Italia spesso completamente disorientati e senza adulti di riferimento.

Gli operatori, consolidando rapporti e sinergie con i servizi del territorio, cercano di offrire opportunità di lavoro e tirocini formativi ai ragazzi più grandi, oppure supporto ai più giovani per il conseguimento della licenza media e per l’iscrizione a corsi professionali. L’obiettivo è favorire l’integrazione nel tessuto sociale rispettando il carattere e le passioni di ogni giovane, le fasi di vita, il background culturale, le potenzialità già evidenti e quelle ancora inespresse.

Il significativo aumento degli sbarchi di minori non accompagnati (il doppio rispetto al 2020) e la conseguente necessità di reperire più posti in accoglienza, ha fatto superare la suddivisione di compiti tra pronta, prima e seconda accoglienza.
Anche le case famiglia, chiamate a lavorare con ragazzi arrivati da tempo e con un percorso di inclusione già delineato, hanno dovuto modificare radicalmente le modalità e le finalità dell’accoglienza offerta, dando priorità agli aspetti più immediati di assistenza sanitaria e legale, relegando pericolosamente in secondo piano ogni progetto di autonomia.

Dove siamo

Via di Villa Spada 161 – 00138 Roma

Testimonianze

Il mio viaggio: racconti dalla Casa di Marco.